13 giugno 2013

I fiori di bach

I fiori di bach sono armoniose essenze di natura.
Sono prodotti raccogliendo fiori in un mattino di sole, tagliandoli senza toccarli e mettendoli in infusione per 4 ore in una boccia con acqua di fonte (3 ore bastano in Italia perché fa più caldo), o in alternativa bollendoli un po'. Poi si prende l'infuso che ne risulta e lo si mischia al cinquanta per cento con brandy, sul cui tipo e origine spirituale non ci sono precise indicazioni. Il prodotto così ottenuto è la tintura madre, che viene poi diluita qualche migliaio di volte per produrre le boccettine che si trovano in vendita.

Secondo le indicazioni di Edward Bach, l'illuminato medico britannico che ha creato queste essenze nel secolo scorso, ognuno dei 38 infusi di fiori (ma uno di questi, Rock Water, contiene solo acqua) serve a curare una particolare emozione o comportamento, come "nascondere i propri tormenti dietro una facciata gaia e cortese" (Agrimonia), "sognare ad occhi aperti, vivendo più nel futuro che nella realtà" (Clematide) ma anche cose più concrete come "essere presi da grande paura o panico" (Eliantemo).

i fiori di bach vignetta
Disegnata da Munguia.

I rimedi possono essere mischiati a piacimento in base al mix di emozioni su cui si vuole intervenire, fino a un massimo di sette-otto essenze; c'è anche un cocktail di cinque essenze fatto su ricetta dello stesso Bach, pensato per le situazioni di emergenza, che si chiama Rescue Remedy.
Anche se la scelta dei fiori da utilizzare dovrebbe essere lasciata in teoria al paziente stesso (per stimolarne l'introspezione), esistono degli esperti "fiorai" di bach - con regolare certificazione internazionale rilasciata dal Bach Centre - che aiutano i pazienti ad analizzare i propri malesseri e a scegliere i rimedi giusti.

Milioni di persone usano i fiori di bach con la piena convinzione che funzionino. Li utilizzano per curare ansia e depressione, agitazione, stress, ma anche per alleviare gli effetti collaterali della chemioterapia e per mille altre cose. Essendo le malattie, secondo Bach, causate da un malessere psicologico, le sue essenze dovrebbero in principio essere in grado di curare qualsiasi cosa.

La più diffusa opinione nel mondo della scienza è che i fiori di bach siano sostanzialmente acqua (e brandy), assolutamente innocui e assolutamente inutili. A leggere i (pochi) articoli pubblicati sull'argomento, in effetti, è facile concludere che l'efficacia di questi rimedi sia pari a quella di una boccettina d'acqua fresca con un'etichetta attaccata sopra.

Tuttavia, questo non vuol dire che non siano efficaci. In vari studi (link 1 e 2), i pazienti ai quali erano stati somministrati fiori di bach mostravano in effetti un miglioramento dei sintomi. Ma in tutti i casi nei quali c'era anche un gruppo di controllo (che prendeva semplicemente acqua mischiata a brandy), questo mostrava benefici altrettanto evidenti (link 3 e 4).

Dal punto di vista scientifico, questo significa che i fiori di bach non hanno alcun effetto.

Dal punto di vista pratico, però, significa che i fiori di bach hanno un effetto, ma che questo non dipende da quello che contengono, né tantomeno dalla energia che trasportano o da chissà cos'altro.
Il loro effetto dipende dal gesto del curare, secondo lo stesso principio che permette a un semplice bacio guaritore di attenuare qualsiasi intollerabile dolore di un bambino. Dirgli di piantarla - o minacciarlo di morte nel caso non smetta di piangere - non produce lo stesso effetto.
Per la stessa ragione, per combattere l'ansia, due gocce qualsiasi prese da una boccettina possono essere molto più utili di un poster con la scritta: "Keep Calm and Carry On".

Fiori di bach: keep calm and carry on

Ti è piaciuto questo post? Sostieni biocomiche.it al costo di


Altre Fonti
Bach Flower Remedies - An Appraisal of the Evidence Base (review della ditta che produce i fiori di bach, la Nelsons)